La moda è simbolo di creatività e stile personale. Una fra le cose che più mi diverte è acquistare un capo, portarlo a casa ed incominciare a giocare con gli accessori. Un esempio perfetto, che si presta sempre bene ad ogni look, è il foulard: di seta, cotone, lana, colorato o tinta unita. Lo si può utilizzare nei modi più disparati: legato intorno al collo o al polso, usato come copricapo, cerchietto, per legare una coda, per coprire le spalle, come cintura oppure stretto al manico di una borsa. Io ne ho diversi, ma quello a cui sono affezionata di più è un coloratissimo foulard di Fendi, che mi è stato regalato dal mio migliore amico, in occasione del mio compleanno e lo uso spesso anche nelle grandi occasioni. Poi diciamocela tutta … chi non sogna di guidare una vecchia cabriolet, con un paio di grandi occhiali da sole ed un foulard sulla testa, mentre i capelli svolazzano inquieti al vento?

Questa immagine non può che evocare il ricordo di una grandissima attrice e principessa come Grace Kelly. Tra altri nomi famosissimi che hanno fatto apprezzare questo accessorio in tutto il mondo c’è anche Jackie Kennedy, che ha lasciato un segno profondo di stile ed eleganza nella storia della moda, ricordiamo che Chanel le aveva cucito addosso favolosi tailleurs che hanno fatto epoca, e come non nominare l’affascinante attrice Audrey Hepburn? Donne che resteranno per sempre ispiratrici e muse di classe, per noi che vorremmo occuparci di moda. Quindi care signore, tutte noi abbiamo in un angolo del nostro armadio un foulard nascosto, tiratelo fuori dai cassetti ed incominciate ad essere le protagoniste della vostra vita … ogni giorno, ogni momento … vivetelo con il sorriso e con un tocco di romanticismo.

– Cristina –